Our places: Malborghetto

By Emilia Campagna

May 31, 2018

Diciannove chilometri e ti ritrovi in Austria, ventidue e superi il confine con la Slovenia: Udine, capoluogo di provincia, dista invece più di 80 chilometri. Malborghetto è proprio quello che si dice un posto di frontiera, a un passo dai confini segnati dalle montagne – e dalle guerre. E’ un luogo affascinante in cui trascorrere una residenza di una settimana, il tempo che Theresia spenderà nella preparazione dei due concerti in programma per il Festival Risonanze. I nostri musicisti, provenienti da 15 paesi diversi, si troveranno a studiare assieme nel cuore dell’Europa, dove si parlano comunemente tre diverse lingue: l’italiano, l’austriaco e lo sloveno, più il dialetto friulano.

Malborghetto si trova nel cuore delle Alpi-Friulane, nell’estremo nord-est dell’Italia; assieme a Valbruna e alle altre frazioni raggiuge a stento i 1000 abitanti, ma due volte l’anno fa il pieno di turisti. D’inverno gli sciatori, d’estate gli escursionisti e gli scalatori che la usano come base. E come dargli torto? il colpo d’occhio delle montagne attorno a Malborghetto è davvero notevole.

Valbruna

Malborghetto esiste fin dall’Alto Medioevo: si chiamava però diversamente, Buonborghetto, ed apparteneva al Vescovo di Bamberga. Pare che le continue contese con Venezia le fecero cambiare nome… Rimase sotto l’impero Asburgico fino al 1919, quando fu annessa all’Italia. Il legame con il passato asburgico è però ancora molto vivo. Merito anche di una servitù concessa agli abitanti della zona dall’Imperatrice Maria Teresa (in vigore ancor oggi) che consente l’utilizzo gratuito dei preziosi boschi di abete rosso di risonanza.

La residenza di Theresia si svolgerà in quello che è considerato l’edificio di maggior pregio della zona, il Palazzo Veneziano, costruito nel XVI secolo e così chiamato per gli elementi architettonici di stampo italiano.

Oggi il palazzo è sede di un Museo Etnografico che ospita testimonianze sulla vita quotidiana tradizionale nella Val Canale, sulla storia del Palazzo stesso, ma ha anche sale dedicate alle attività estrattive, alla Foresta, alla geologia, alla paleontologia ed alla preistoria. Posto esattamente al centro del paese, il Palazzo Veneziano ospita anche numerose iniziative culturali. E per una settimana anche le prove di Theresia rientreranno nell’attività espositiva del Museo: il pubblico potrà assistere al lavoro dell’orchestra diretta da Claudio Astronio ogni giorno dall’1 al 7 giugno dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Il concerto di Theresia Youth Orchestra, in programma l’8 giugno, si terrà nella Chiesa della Visitazione di Maria Vergine e Sant’Antonio: a due passi dal Municipio, è una bella costruzione che ha subito nei secoli numerosi rimaneggiamenti. Accanto al portale del Duecento si conservano affreschi del XV secolo e un altare settecentesco; è stata in gran parte ricostruita nell’800 e il campanile è stato interamente rifatto dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Tags: , ,
Emilia Campagna

About Emilia Campagna

Journalist and musician, Emilia is a blogger for Theresia