Claudio Astronio: “Audizioni per Theresia, una splendida opportunità”

By Emilia Campagna

March 18, 2016

Claudio Astronio è il direttore che meglio conosce Theresia: con lui l’orchestra ha debuttato nel novembre del 2012, con lui è cresciuta in questi anni in numerosi stage, fino all’ultima splendida fatica, quella del film-concerto “Zoroastro” che sarà presto presentato al pubblico. E oltre alle numerose produzioni, Astronio ha partecipato a tutte le audizioni che in questi anni hanno selezionato i musicisti di TYBO: naturalmente ci sarà anche quest’anno, per inaugurare la nuova formula di workshop in cui i candidati saranno selezionati non attraverso una semplice audizione ma durante tre giorni di intenso lavoro orchestrale e cameristico.

Cosa pensa di questa formula?

“Tutto il bene possibile: è una cosa estremamente positiva per tutti, e contiene in sè molteplici elementi che contribuiscono a sviluppare ulteriormente il progetto di formazione di Theresia. Evitiamo l’audizione secca e mettiamo in contatto tutti i candidati con i loro colleghi, con musicisti che già fanno parte dell’orchestra e con i direttori: con me ci saranno Alfredo Bernardini, che inizia la sua collaborazione con Theresia, e Chiara Banchini, che ha già fatto alcuni progetti con l’orchestra.”

Quale sarà il programma delle prove d’orchestra? E dal punto di vista del direttore quali sono i lati positivi di questa formula?

“Lavorerò principalmente su musiche di Martin Kraus, che è un compositore molto importante nel repertorio theresiano e per me conterà molto il fatto di vedere i musicisti all’opera, al lavoro, nell’interazione gli uni con gli altri. Ci saranno prove d’orchestra ma anche di sezione, per soli archi e soli fiati.”

Il workshop sarà uno stage orchestrale “virtuale”, nel senso che lo studio non sarà finalizzato a preparare il concerto: questo cambierà il suo modo di lavorare e le sue aspettative?

“Solo in parte: è vero che ci sarà meno stress, almeno per quello che mi riguarda, ma in ogni caso ogni volta che ci si trova assieme per provare mi aspetto il massimo dai musicisti. E’ quello che direbbe un bravo allenatore di calcio: si va avanti partita per partita, e nel momento stesso in cui salgo sul palco quello è lavoro, è la cosa più importante, che ci sia da preparare un concerto oppure no.”

E’ più importante la tecnica individuale o la capacità di suonare assieme?

“Servono entrambe ma in una squadra è ovvio che il lavoro di assieme è fondamentale: ciò che non cerco è un certo atteggiamento da solisti che nel gruppo poi crea problemi. Non che Theresia non valorizzi i talenti individuali, anzi i solisti che ha avuto escono direttamente dalle sue fila, da un lavoro di grande umiltà in cui si mette il proprio talento al servizio del gruppo.”

E quali consigli darebbe a un candidato a queste audizioni?

“Innanzitutto di essere molto preparati, perchè il livello dei giovani che escono dalle scuole europee è molto alto. E poi di essere pronti al lavoro di squadra, a fare rete, a cogliere le opportunità: entrare in Theresia vuole dire iniziare a lavorare sul serio, non solo per l’ottima formazione professionale che si ha in orchestra ma anche per gli incontri che si possono fare e da cui nascono ulteriori occasioni. Insomma, il consiglio che do a tutti è: studiare tanto, suonare felici.”

[button url=”/orchestra/auditions” new_tab=”false” size=”medium” style=”solid” color=”false” light=”false”]WORKSHOP E AUDIZIONI[/button]

Tags: , ,
Emilia Campagna

About Emilia Campagna

Journalist and musician, Emilia is a blogger for Theresia